Nuovo Regolamento Coppa del Mondo di FAI F9U Drone Racing

Nuovo Regolamento Coppa del Mondo di FAI F9U Drone Racing

Da quest’anno la disciplina FPV DRONE RACING non si definirá piú con la sigla F3U ma la sua categoria prende il nome di F9U. Questo é stato deciso lo scorso anno, durante una riunione della CIAM. Nel seguente articolo troverete il link del nuovo regolamento FAI (Federazione Aeronautica Internazionale) della categoria F9U.

Mirko Cesena, pilota professionista DCL
2018 campionato mondiale FAI World Drone Racing | Classifica | Risultati
FlyJacket: controlla il drone con il tuo corpo

LA DISCIPLINA SPORTIVA FPV DRONE RACING NON SI CHIAMERA PIÚ F3U

I primi giorni del 2019 sono passati e si avvicina la nuova stagione sportiva dell’FPV Drone Racing.

Da quest’anno la disciplina non si definirá piú con la sigla F3U ma la sua categoria prende il nome di F9U. Questo é stato deciso lo scorso anno, durante una riunione della CIAM.

Condividiamo con tutti voi con il seguente link, il nuovo regolamento FAI (Federazione Aeronautica Internazionale) della categoria F9U. 

REGOLAMENTO MONDIALE DI COPPA DEL MONDO DI FAI F9U DRONE RACING

Il regolamento si presuppone sia stato redatto per migliorare la disciplina, in quanto non poche sono state le lamentela da parte dei piloti negli scorsi anni.

Ma si sá, quando una disciplina é nuova solo provando e sbagliando si può capire cosa migliorare. E in questo si vede la buona fede da parte di FAI a rendere più accessibile la disciplina a chiunque voglia provare la competizione.

Analizziamo solo alcune decisioni e migliorie del nuovo regolamento F9U rispetto al vecchio regolamento

RICONFERMATO FAI DRONE PERMISSION

Il FAI Drone Permission si ottiene con una registrazione direttamente al link di riferimento sul sito FAI e costa solo 10 euro circa.  Questo permesso, permette a qualsiasi pilota di partecipare ad un evento di Coppa del Mondo Challenger, in modo di essere idoneo solo per la classifica di Coppa del Mondo.

HELPER

Continua ad essere obbligatoria la presenza di un solo aiutante che rimane accanto a lui durante tutto il volo. Egli può essere un altro concorrente.

Il compito principale dell’ Helper è quello di mantenere il modello a vista. Egli deve informare il pilota FPV di tutto ciò che puó influenzare il suo pilotaggio, in particolare per la sicurezza. Se l’assistente richiede al pilota FPV di atterrare o spegnere i motori, deve farlo immediatamente. In caso di emergenza, l’aiutante è autorizzato a spegnere il trasmettitore al fine di innescare il dispositivo di emergenza.

CARATTERISTICHE GENERALI DEI MODELLI

Una caratteristica che riteniamo importante e che potrá farà sicuramente la differenza nelle gare del 2019 é l’incremento della tensione massima delle batterie che si possono utilizzare: da 18,80 volt (4S) a 25,5 volt (6S).

Il regolamento precisa questa nota: sarà considerato in aggiunta la possibilità di specificare un importo massimo di energia (X watt * min) che può essere utilizzato per la gara. In tale situazione, l’energia consumata deve essere controllato da un dispositivo elettronico che arresta i motori per un periodo definito (ad esempio 10 secondi) in caso di superamento della massima quantità di energia autorizzata. Un’altra possibilità è quella di memorizzare in un logger la quantità di energia consumata per la gara e di penalizzare un consumo nel corso di energia.

Non ci resta che aspettare per vedere verso quale direzione i piloti decideranno di andare.

ORGANIZZATORI DI EVENTI

Per gli organizzatori é importante rilasciare le informazioni necessarie almeno un mese prima dell’evento, sopratutto riguardo:

– il sistema video che verrá utilizzato. L’organizzatore può definire un elenco di trasmettitori video autorizzati (VTX), al fine di minimizzare il rischio di problemi video e / o consentire la trasmissione in diretta della vista pilota su schermi di grandi dimensioni per gli spettatori e / o produzione di media con la qualità adeguata. Frequenze e potenza di emissione possono essere quelli autorizzati solo nel paese organizzatore. Al fine di limitare il rischio di potenziali problemi durante le gare con emissione indesiderata, l’organizzatore può definire restrizioni per l’uso dei trasmettitori video al di fuori del circuito internazionale.

– il sistema radio-controllo, frequenze e potenza di emissione possono essere quelli autorizzati solo nel paese organizzatore. L’organizzatore può autorizzare l’uso di altre apparecchiature RC, ad esempio 868 MHz e / o 915 MHz modulo TBS Crossfire. Egli può anche definire un elenco di attrezzature autorizzate, al fine di minimizzare il rischio di problemi di controllo radio.

– Il cronometraggio, nel caso in cui la gara sarà effettuata senza sistema di cronometraggio elettronico (solo cronometraggio manuale).

GIUDICI

La gestione di un evento richiede diverse figure come ad esempio quella del direttore che é responsabile della preparazione, l’organizzazione e la supervisione della manifestazione, o quella dei giudici (uno per pilota) incaricati di controllare tutti gli aspetti della corsa del pilota sul circuito e per completare la scheda di valutazione dopo la gara.

Una grande novitá di questo nuovo regolamento é che da quest’anno é accettabile considerare per giudici i piloti della prossima gara, invece che di giudici dedicati.

In tale situazione, l’organizzatore deve informare i concorrenti almeno un mese prima dell’evento.

CONCLUSIONE

Tralasciando gli aspetti tecnici che applicando il buon senso é più che giusto che l’organizzazione avvisi un mese prima i partecipanti sulle regole di partecipazione e non solo, pensiamo sia un po’ azzardata come decisione quella di poter includere i piloti partecipanti alla gara, con il ruolo di giudice, nonostante forse sia la strada migliore da seguire, al momento.

I giudici possono addirittura squalificare un pilota e questo secondo il nostro punto di vista potrà creare non poco caos durante un evento. D’altro canto si é consapevoli che pagare giudici non all’altezza del ruolo, per una gara di drone racing, non è promettente e che un buon DVR e la registrazione del volo di ogni singolo pilota potrebbe risolvere qualsiasi dubbio.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0