Come scegliere i motori di un Mini Quad Racing

Come scegliere i motori di un Mini Quad Racing

Quando si decide di acquistare dei motori per la costruzione del proprio quadricottero da corsa, bisogna fare attenzione a valutare una serie di fatto

Yakuza Frames R226 | Introduzione #1Parte
Come scegliere un trasmettitore video (VTX) per Mini Quad FPV
FPV Goggles: cosa bisogna sapere prima dell’acquisto

Quando si decide di acquistare dei motori per la costruzione del proprio quadricottero da corsa, bisogna fare attenzione a valutare una serie di fattori che adesso andremo ad analizzare.

Per prima cosa tieni ben a mente che un motore scelto bene ti offre ottime prestazione del mezzo e determina velocità e tempo di volo. Per far cio devi aver selezionato per prima cosa il frame, eliche, e la componentistica indispensabile che ti permette di conoscere approssimativamente il peso del mezzo.

La spinta di un motore varia a seconda della velocità di rotazione del motore e dell’elica in rotazione. Prima che un multicottero possa iniziare ad accelerare, è necessaria una certa quantità di spinta per superare la resistenza, oltre alla forza di gravità.

Una regola generale è che dovresti essere in grado di fornire almeno il doppio della spinta rispetto al peso totale del drone. Per questo motivo è utile stimare il peso del quadricottero prima della scelta dei motori.

Se ad esempio la spinta totale generata dai motori è troppo bassa, il drone potrà avere difficoltà ad alzarsi.

Premesso questo andiamo a conoscere le caratteristiche di un motore brushless.

DIMENSIONI DEL MOTORE BRUSHLESS

La dimensione di un motore brushless si conosce leggendo un codice a quattro cifre che potete trovare scritto sul motore, che indica le dimensioni dello statore in millimetri, ad esempio: 2206. I primi due numeri della serie determinano il diametro dello statore, gli ultimi due descrivono l’altezza dello statore.

Come avete potuto costatare questi numeri non descrivono le dimensioni esterne del motore brushless stesso.

Attualmente, le dimensioni comuni dello statore per eliche da 5 “sono 2204, 2205, 2206, 2207, 2305, 2306, 2307, 2407.

I motori più ampi dello statore hanno un volume maggiore di ferro e rame nello statore e sono noti per rendere un motore più potente ed efficiente.

Che cos’é lo statore del motore brushless? Uno statore è la parte fissa del motore, questo ha “poli”, che sono avvolti da fili di rame (avvolgimenti). I “poli” sono costituiti da molti strati di lamiera sottile che viene laminata insieme con uno strato isolante molto sottile in mezzo.

KV

La costante di velocità (Kv) determina il numero di rotazioni che un motore può effettuare in un minuto senza carico (senza elica) e con una corrente costante di 1 Volt. Sta ad indicare quanto velocemente il motore può potenzialmente girare.

Un motore con una Kv inferiore è più adatto all’utilizzo di eliche pesanti. Un motore ad alti Kv è ottimizzato per eliche leggere.

kV = RPM per 1 Volt

k = Il valore kV del motore, ad es. 2300

V = Ingresso di tensione ad es. 16.8 v

Esempio: 2300 (valutazione kV) X 16,8 (tensione) = 38,640 (giri al minuto)

Abbinando un motore con Kv alto ad un elica troppo grande, rischierete di surriscaldare e bruciare il motore.

Scegli con cura l’elica da utilizzare, è la chiave per bilanciare la spinta e l’efficienza.

POLI E MAGNETI

Se nelle specifiche dei motori ti chiedi che cosa sta a significare la voce configurazione seguita dal codice, ad esempio 12N14, devi sapere che il numero prima della lettera N indica il numero di elettromagneti nello statore, ovvero i poli, e il numero prima di P indica il numero di magneti permanenti nella campana.

Se si dispone di meno poli, è possibile inserire più contenuto di ferro nello statore, ottenendo più potenza dal motore, con un numero più alto di poli, il campo magnetico si diffonde in modo più uniforme, e quindi si ha un motore più fluido perché si ha un controllo più preciso sulla rotazione della campana.

  • Più poli = più liscio
  • Meno poli = Più potenti

AVVOLGIMENTI DEL MOTORE

Il numero di avvolgimenti di rame su un polo dello statore determina la corrente massima che un motore attirerà, mentre lo spessore del filo determina la quantità di corrente che il motore può gestire prima del surriscaldamento.

Tuttavia fili più spessi e più avvolgimenti significano un motore più pesante, e l’avvolgimento occupa più spazio fisico, quindi richiede uno statore più grande. Ecco perché stiamo vedendo motori più grandi e più pesanti, ed è anche il motivo per cui i motori più grandi, sono generalmente più potenti.

CUSCINETTO

La dimensione del cuscinetto non è il diametro esterno o il diametro interno, ma la differenza tra il diametro esterno e interno.

“cuscinetti in ceramica”? Usano sfere di ceramica invece di sfere di metallo, e sono davvero più levigate, ma più facili da rompere.

PESO DEL MOTORE

Il peso del motore non è una caratteristica da sottovalutare. Un motore più pesante tende ad essere più resistente ai cambiamenti in accelerazione rispetto a un motore più leggero offrendo scarsa reattività e manovrabilità.

CONCLUSIONE

I motori sono senza dubbio la parte più influente dell’attrezzatura su un multicottero, con un notevole impatto sulle caratteristiche di volo rispetto ad altri componenti. È essenziale che i motori siano accuratamente selezionati in base all’ applicazione che si vuole dare. Tra un motore a fondo chiuso o un motore a fondo aperto ricorda che ci sono pro e contro per entrambi quindi non focalizzarti troppo su questa scelta. Scegliere un design a fondo chiuso significa avere una base più forte e meno sporcizia intrappolata al suo interno, al contrario per il motore il fondo aperto, risulta essere più leggero di qualche grammo, con facilità di pulizia dello sporco e una visione maggiore per controllare fino a che punto vanno le viti.

Se inizierai a girare i vari shop troverai tantissimi motori differenti, continua a seguirci per scoprire i 3 motori più consigliati dalla community italiana di settore.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1